Orwell?.. chi?

certe notizie mi arrivano in ritardo, una di queste l’ho trovata sull’ultimo PC professionale, a firma Andrea Monti; ho cercato in rete e notizie abbastanza dettagliate, con nomi e cognomi si trovano; assenti o generici i giornali nazionali. Eppure non misembra roba da poco…
qui l’articolo della rivista.
qui e qui un paio di approfondimenti e se vi interessa altro non avete che da gugolare un pò.

Contro ogni censura

L'arroganza di costringere, per legge, a pubblicare una rettifica entro 48 ore dalla richiesta, senza che ci sia il giudizio di un giudice terzo ma unicamente in base alle opinioni del soggetto che si ritiene danneggiato è abnorme. (comma 29 del DDL sulle intercettazioni)
Un simile provvedimento è un bavaglio ad ogni libera informazione; una destabilizzazione del sistema, una censura a tutti gli effetti.
Fino a quando sarà consentito a questi dementi di rovinare il nostro bel paese?
#governodimerda.

Net feticismo

"Ci sono multinazionali che tutti i giorni (in rete) espropriano ricchezza sociale e (dietro le quinte) vessano maestranze ai quattro angoli del mondo, eppure sono considerate… “meno multinazionali” delle altre.
Finché non ci si renderà conto che Apple è come la Monsanto, che Google è come la Novartis, che fare l’apologia di una corporation è la pratica narrativa più tossica che esista, si tratti di Google, FIAT, Facebook, Disney o Nestlé… Finché non ci si renderà conto di questo, nella rete ci staremo come pesci
.
"

un lungo articolo di Wu Ming (qui completo) mette a nudo l'incoerenza di chi venera i dispositivi Apple (o Google o Amazon…) e scende in piazza a protestare contro le multinazionali.
Da leggere.

Articolo 54

Articolo 54 della costituzione italiana:
Tutti i cittadini hanno il dovere di essere fedeli alla Repubblica e di osservarne la Costituzione e le leggi.

I cittadini cui sono affidate funzioni pubbliche hanno il dovere di adempierle con disciplina ed onore, prestando giuramento nei casi stabiliti dalla legge.

Guardate qui come questo funzionario interpreta il suo ruolo.
Lo stato non ha bisogno di gente così; VERGOGNA!
 

spulciando qua e la

Ho scoperto questa memorabile dichiarazione dell’eurodeputato Zappalà, naturalmente ricandidato come fedelissimo.

"…non esistono in Italia televisioni di proprietà del presidente berlusconi…"

poi ho trovato i link ad una notizia vecchia ma di cui pochissimi hanno parlato.

qui la notizia originale: "E`una dipendente del Parlamento italiano una delle due persone arrestate, lo scorso due aprile a Lugano, con otto chili di cocaina in valigia…."

qui e qui le uniche tracce della notizia reperite sui grandi media italiani. (Corsera e Libero)

Oltre alle oramai scontate considerazioni sul servilismo delle TV e della stampa mi chiedo a chi erano destinati ben 8 chili ?

bah….

senza speranza

"..La conclusione Haile è che (a) la corruzione esercitata dai ceti ricchi sulla classe politica, per consolidare (b) le diseguaglianze di reddito, spinge (c) lo Stato a ridurre la redistribuzione delle ricchezze mediante le tasse al di sotto dei livelli ottimali per la crescita. Questa riduzione limita (d) le risorse che lo Stato può investire nell’istruzione pubblica, abbassando (e) il livello di alfabetizzazione della popolazione. Cosa che ostacola (f) la diffusione dell’innovazione tecnologica, privando così (g) l’economia di uno dei principali fattori di crescita…"

citazione dal blog di Luca Nobile dove trovate un lungo ma anche interessante e documentato articolo qui.